News

Digitalizzazione del processo di vendita, l’esperienza di Intesys

Aumentare l’efficienza dei processi di vendita, poter fruire di dati sempre aggiornati sull’attività, raccogliere i feedback di installatori e clienti: sono le principali esigenze cui si è dato risposta con il progetto: PLAIR – Configuratore collaborativo di impianti di aerazione industriale realizzato in Air Hex Alonte, società parte della multinazionale multiprodotto LU-VE Group, specializzata nella produzione di scambiatori di calore industriali. Tale progetto condotto dal system integrator Intesys è risultato finalista per la categoria tecnologica CRM/Soluzioni per Marketing e Vendite ai Digital360 Awards 2019.

In pratica, si è partiti con una fase di design (analisi e progettazione), finalizzata alla definizione e alla successiva formalizzazione dei nuovi processi di vendita, ideati durante sessioni di codesign col cliente e col coinvolgimento di stakeholder di diversi Paesi (a tutto ciò hanno preso parte 5 funzioni aziendali: project management, installatori e progettisti, sales departnement, ricerca e sviluppo ed ente certificatore dislocate in 7 country).

La soluzione tecnologica adottata ha sposato completamente il paradigma architetturale API first, con la creazione di un front end (Web, attraverso Single Page Application e Mobile) semplice e reattivo e di un sistema middleware a governo di tutte le logiche di business, integrato con i sistemi legacy dell’azienda. Una volta definite e configurate le Api, è stato introdotto un sistema di API Management indispensabile per monitorarne performance e gestirne intero ciclo di vita.

Nicolò De Uffici, User Experience Designer presso Intesys, ritira la targa

Nicolò De Uffici, User Experience Designer presso Intesys, ritira la targa

I vantaggi del percorso di digital transformation avviato

La strada intrapresa per digitalizzare la forza vendita ha comportato una profonda rivisitazione in ottica di digital transformation di tanti processi consolidati in un settore abbastanza tradizionale determinando una serie di benefici.

Nello specifico, i vantaggi generati dal progetto di rinnovamento del configuratore riguardano il fatto che i vari addetti a un certo processo hanno la possibilità di condividere, oltre che dati sempre aggiornati, i progetti multiutente e lo possono fare in piena sicurezza rispetto alla tutela della proprietà intellettuale. Di grande utilità sono risultati essere anche il sistema avanzato di gestione delle notifiche (a beneficio di un costante aggiornamento cross team, cross country e della qualità della relazione con il cliente finale finale), la possibilità di rilevazione continua del time to market e di fruire di statistiche sull’utilizzo del tool per valutare i tempi di progettazione e quindi di rilascio, produzione e consegna. Inoltre, è stato creato un hub di ricerca e sviluppo per testare nuovi prodotti e raccogliere dati in real time da inviare all’ente certificatore.

 

Leave a Reply