martinabusnello | Digital 360 Digital Awards - Part 3
|
By

martinabusnello

L’IT intelligente e i servizi “self driven” di Oracle

Competitività e innovazione vanno di pari passo: Oracle per voce di Luigi Scappin (Sales Consultant e Business Development Director, Oracle Italia) ha sintetizzato il concetto di sistemi e applicazioni “componibili”. In questa intervista video parte dalle tecnologie disruptive per approfondire come queste siano applicate e quindi diventino veramente utili per creare valore al business. Machine learning, intelligenza artificiale, open source sono le tecnologie in cui Oracle sta investendo per far evolvere la propria proposta e, più nel particolare, creare servizi “self driven” perché la sfida principale, come sentiremo, è rendere semplice la trasformazione digitale.

Focus su business e organizzazione per una trasformazione digitale efficace

La tecnologia è l’aspetto meno problematico, in parte grazie al ricorso al cloud nelle sue diverse configurazioni o a un adeguamento infrastrutturale già avvenuto. È questa una delle indicazioni che emergono dai CIO e dagli Innovation manager di grandi aziende che hanno partecipato alla Tavola Rotonda “Business Technology Innovation” all’interno dell’iniziativa Digital 360 Awards. L’attenzione è rivolta soprattutto alle scelte organizzative e alla ricerca di modelli condivisi fra It e business, indispensabili per cogliere le opportunità che la digital trasformation consente permeando sempre più il core business. Percorsi, idee e difficoltà dalle esperienze di Eni, Enel, BNL e Magneti Marelli.

Dedagroup: practice, leve tecnologiche e persone per disegnare con le aziende l’innovazione concreta

In occasione dei Digital360 Awards 2018 Valentina Bucci, Giornalista di ZeroUno, intervista Roberto Loro, Director Technology & Innovation, Dedagroup, su come strutturare il percorso di innovazione necessario perché le aziende possano sfruttare al meglio le nuove tecnologie e rendersi competitive. In particolare si entra nel dettaglio delle collaborazioni, con partner, startup o istituti di ricerca, come occasione per creare ecosistemi collaborativi in cui concretizzare i percorsi di innovazione. In questo ambito si parla anche a scopo di esempio della collaborazione avvenuta tra Dedagroup e l’istituto di ricerca Fondazione Bruno Kessler di Trento.

Tecnologie e persone per capire il mercato

In occasione dei Digital360 Awards, Valentina Bucci, Giornalista di ZeroUno intervista Massino Rosso, ICT Director di Rai – Radiotelevisione Italiana, discutendo di come evolvono i servizi radio e televisivi con le nuove tecnologie digitali: per offrire servizi migliori, da un lato occorre accedere alla mole di dati disponibili, ma dall’altro è necessario soprattutto trovare delle correlazioni tra questi dati e i propri servizi. Per fare questo inoltre non bastano gli algoritmi: è fondamentale una componente umana, che possa trovare effettivamente le connessioni e metterle in pratica con le migliori tecnologie.

Gli ingredienti prioritari per la trasformazione del business

La Tavola Rotonda sul tema della Business Innovation, all’interno dei recenti Digital360 Awards, con CEO e protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione, evidenzia, fra le priorità per favorire la business transformation, la componente finanziaria e le competenze. Serve però superare il gap culturale digitale, anche per manager e imprenditori, per favorire una visione di come la tecnologia possa trasformare il business.

Cisco Webex Teams, in Italia la moda è più veloce grazie alla collaboration

Del Brenta ha scelto la tecnologia Cisco per mettere in comunicazione tutti gli attori del processo di produzione inclusi fornitori e clienti. Tra i principali vantaggi: ottimizzazione del tempo di importanti risorse professionali, riduzione dei costi relativi a spostamenti e trasferte, eliminata la perdita di informazioni che prima circolavano via mail, su schizzi fotografati ecc.