NEWS

Innovare i processi di vendita: nuove idee a supporto di GDO e retail

a cura di Domenico Aliperto

Innovare i processi di vendita: nuove idee a supporto di GDO e retail

Una quantità crescente di dati da esplorare, un approccio crowdsourcing all’impiego di risorse umane e tecnologiche e quel tocco di creatività – la giusta combinazione di algoritmi – per far funzionare il tutto. Ecco gli ingredienti che rendono le startup così speciali in questo preciso momento storico. I loro modelli di business  estremamente versatili le rendono il partner ideale, ad esempio, per la grande impresa che ha bisogno di ottimizzare il ciclo di vendita, offrendo allo stesso tempo servizi personalizzati sulle diverse piattaforme distributive, a prescindere che si parli di on line e off line.

Ma soprattutto in Italia, e specialmente rispetto ai temi della distribuzione moderna e della multicanalità, la grande impresa ancora non sembra essersene resa conto. Se infatti all’estero una startup attiva nell’ambito del Commerce può in media contare su investimenti pari a  20 milioni di euro, nella Penisola quelle che raccolgono un milione di finanziamento possono dirsi fortunate (fonte: Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano). Ciò che però manca davvero al contesto italiano è il collegamento tra le iniziative digitali e le reali esigenze delle organizzazioni di stampo tradizionale. Organizzazioni che, in molti casi, tentano a propria volta la carta della multicanalità sperimentando modelli di business che, di fatto, anziché produrre valore generano costi talmente elevati da risultare in perdita. Se ne è parlato al Politecnico di Milano in occasione di un workshop organizzato dall’Osservatorio Startup Intelligence.

Leggi l’articolo completo

Vota questo progetto

Leave a Reply